Nuove prospettive per la sindrome di Cushing nel cane e nel gatto

Ilaria Napodano, Paola Dall'Ara

< Torna al Sommario | Stampa articolo
 
 

La Sindrome di Cushing o iperadrenocorticismo è una endocrinopatia dovuta a un’eccessiva e cronica secrezione di glucocorticoidi; è una condizione frequente nel cane e rara nel gatto. La diagnosi si fa sulla base di anamnesi, sintomatologia clinica, indagini di laboratorio, diagnostica per immagini e test endocrini dinamici specifici, ma nessun test garantisce il 100% di accuratezza. Come in ambito umano, anche in medicina veterinaria recenti studi hanno valutato la possibilità di utilizzare nuove metodiche. Nel campo terapeutico sono disponibili svariate opzioni, ma la vera sfida è mantenere stabile un paziente; al momento sono in fase di studio principi attivi con maggiore selettività e minori effetti collaterali che necessitano di ulteriori studi prima di poterne garantire l’utilizzo nella pratica clinica.

 
< Torna al Sommario | ^ Torna su | Stampa articolo